19
Feb
2017
1

Efficacia terapeutica

Come già ampiamente anticipato su questo blog, grandi sono i benefici che la Yerba Mate è in grado di apportare al nostro organismo. E non si tratta certo di una rivelazione recente: già prima della scoperta di questo infuso da parte dei soldati spagnoli, nel XVI secolo, le popolazioni sudamericane – su tutte i brasiliani e i paraguaiani – ne decantavano le infinite, e “miracolose”, proprietà.

A fare della Yerba Mate una bevanda efficace è la particolare composizione: non solo caffeina – che comunque agisce da stimolante sul sistema nervoso centrale, aiutando in caso di affaticamento e scarsa concentrazione -, ma anche altri principi attivi come saponine e polifenoli, che sembrano contribuire (con meccanismi ancora in fase di studio) alla conservazione dell’equilibrio del peso corporeo, stimolando il metabolismo e riducendo i grassi accumulati. Attenzione a far lavorare i muscoli, perché utilizzino l’energia che è stata liberata bruciando i grassi.

Oltre ad aiutare a ritrovare il peso forma, in associazione ad una alimentazione equilibrata e sane abitudini di vita, soprattutto un regolare esercizio fisico, il mate favorisce il drenaggio dei liquidi corporei, alleviando il senso di pesantezza, per esempio alle gambe, a chi sta tutto il giorno in piedi o seduto in ufficio. Non mancano poi sali minerali, vitamine, aminoacidi e preziosi antiossidanti, che contrastano la produzione di radicali liberi, responsabile del danneggiamento dei tessuti e dell’invecchiamento cellulare.

Non mancano poi sali minerali, vitamine, aminoacidi e preziosi antiossidanti, che contrastano la produzione di radicali liberi che danneggiano i tessuti e provocano l’invecchiamento cellulare.